QUANDO LA CRISI TOCCA AL VICINO PERCHÉ TU SEI PIÙ BRAVO

Posted on: 8 settembre 2018, by :

In quale motivazione si deve ricercare il silenzio-assenso dei più bravi? Non può essere solo un discorso cinico dove prevale il proverbio ” mors tua vita mea”. Non ci si può dichiarare forti se non si ha il coraggio di ergersi a difesa dei deboli, difendendoli proprio dal cinismo di quel detto.
Chi trascura il vigilare del benessere comunitario, reso insensibile dall’essere più bravo, sicuramente vivrà come un gran signore con molti agi e una bella casa ove rifugiarsi. Ma non si rende conto che tutto questo non ha valore come qualità di vita, ne’ come valore economico. Nessuno comprerebbe una casa bellissima seppur a buon mercato se questa é eretta in un lebbrosario economico.
C’è da chiedersi: se si vuole l’indipendenza del popolo Veneto, adducendo oltre che diritti storici anche quelli economici, e’ possibile che si venga etichettati come egoisti?
Perché mai? Perché un popolo che vuole difendere e usare le proprie risorse economiche affinché ci sia un benessere diffuso anziché di regalare perle a chi le spreca?
L’economia prodotta nella nostra serenissima terra qualora fossimo indipendenti, sarebbe la sesta economia in Europa e la diciottesima al mondo ed entrerebbe di diritti nei famosi meeting G 20. Tutto questo é riportato dalla agenzia rating FITCH che recita: “con un veneto indipendente la classificazione sarebbe di tripla A +”.
Certo, indubbiamente questo stato di cose abbasserebbe notevolmente i dati funesti riportati dall’articolo e sicuramente il valore economico delle nostre sostanze e delle nostre proprietà ne guadagnerebbe all’infinito, non essendo circondato dal lebbrosario sistema-Italia.
La prospettiva nella qualità di vita nostra e dei nostri figli ne risentirebbe in meglio e il benessere diffuso in tutta la comunità veneta potrebbe essere un esempio per il riveglio degli altri popoli italici oppressi da uno stato che istiga al suicidio. Si avrebbe più tempo per vigilare affinché tutti ne beneficiassero abbassando la soglia del menefreghismo e dei suicidi economici.
Vale la pena provarci, noi ci impegnamo per questo da 4 anni.